La presenza dei 75 militari nel centro di Verona con funzione di ordine pubblico (appiedati, accompagnati da polizia e carabinieri), è insieme tragica e ridicola.
Tragica per lo stravolgimento delle funzioni costituzionali; ridicola perché è evidente che questo provvedimento è del tutto inutile. Eppure tale operazione di sola immagine costerà a tutti noi 31,2 milioni di euro.

L’ordinamento istituzionale affida alla Polizia le funzioni di ordine pubblico e sicurezza dello Stato, mentre alle Forze armate è affidata la difesa della Patria. Questi sono fondamenti costituzionali che non dovrebbero essere ignorati con tanta disinvoltura, come invece hanno fatto i ministri La Russa e Maroni.

Il Sindaco Tosi ha caldeggiato l’arrivo dei militari in città. Ma per fare cosa? Non possono girare con il mitra (ci mancherebbe altro…), non possono perquisire, né arrestare, non sono addestrati a prevenire reati perché hanno ricevuto solo una formazione al combattimento (ma non è questo il loro ingaggio, almeno lo speriamo….). Si limiteranno a passeggiare per le strade, come potrebbe fare una qualsiasi “ronda” di padani (ma almeno loro lo farebbero volontariamente, a costo zero, e senza la pretesa di rappresentare la Repubblica).

I militari in città hanno una funzione elusivamente estetica. Il sindaco pensa che i veronesi, vedendo dei giovani in divisa mimetica girare per le vie del centro, si sentiranno più sicuri. Ma è solo un’illusione. La realtà è che le vere forze di polizia avranno una carico di lavoro maggiore, dovendo anche prendersi cura di questi soldatini da passerella mostrati all’opinione pubblica come fossero delle modelle…. La conseguenza psicologica che ne deriverà, sarà quella di un’assuefazione alla militarizzazione del territorio. Stupisce, ancora una volta, che il Presidente della Repubblica (che è anche il Capo delle Forze Armate) abbia dato via libera ad un’operazione che deborda macroscopicamente dalle funzioni assegnate all’esercito (articoli 11 e 52 della Costituzione).

Negli stessi giorni dell’arrivo dei militari, scatterà a Verona anche la delibera anti mendicanti. Non sarà più possibile chiedere l’elemosina davanti alle chiese o agli angoli delle strade. E’ facile immaginare che i soldatini, addestrati alla Rambo ma obbligati all’inerzia, sceglieranno come gustosa ed unica preda proprio gli accattoni. Pensate che bella scenetta: il militare che brandisce l’arma corta ed intima allo storpio di sloggiare subito… e il pubblico applaude!

Penosa deriva dopo duemila anni di cristianesimo. Gesù guariva e miracolava i mendicanti, li lasciava davanti al tempio mentre scacciava i mercanti; oggi, nel nome della sicurezza e della padania cristiana, si usa l’esercito contro chi chiede la carità (che era una delle tre virtù teologali, oggi vietata per delibera di Giunta!). Mala tempora currunt….

 

Annunci