Tag

,

Il Movimento Nonviolento ritiene che l’aggressione al Procuratore della Repubblica rappresenti una gravissima ferita per tutta la città.
Una ferita personale, che ogni singolo cittadino democratico deve sentire come una lesione a se stesso.
Chi ha colpito Schinaia, ha colpito la legalità.

Le forze politiche, pur impegnate in una competizione elettorale, devono sospendere ogni contrapposizione e trovare un momento unitario a difesa della convivenza civile e del libero confronto di idee, che nella nostra città sembrano essere minaciati dalla sfontatezza di gruppi eversivi che hanno l’impudenza di aggredire il Procuratore della Repubblica.

Il Movimento Nonviolento, che lavora per l’esclusione della violenza individuale e di gruppo in ogni settore della vita sociale, a livello locale, nazionale e internazionale, esprime piena e personale solidarietà al dottor Schinaia, persona degnissima attorno alla quale la città si deve stringere.

Mao Valpiana
Movimento Nonviolento

Verona, 2 giugno 2009
Festa della Repubblica

Annunci