Tag

, , , ,

Onoriamo gli alberi
… dalle Regaste … a Piazza Corrubbio

Sabato 31 ottobre, dalle ore 15, appuntamento sulle Regaste San Zeno (lato Castelvecchio) per onorare/ringraziare le robinie che il Comune sta tagliando (la “strage degli innocenti”). Ognuno è invitato a portare un biglietto con un ricordo riguardante le piante che rendevano quel luogo una delle più belle passeggiate di Verona. Realizzeremo insieme un “laboratorio di arte pubblica” .

Alle 17 trasferimento, in fila indiana, in Piazza Corrubbio per la “benedizione” degli alberi minacciati dalla realizzazione del parcheggio che non serve e che nessuno vuole (benedisemo i albari, prima che i albari i vaga a farse benedir…). Sarà un momento di contemplazione laica, di raccoglimento, di ammirazione della bellezza. sull’esempio di San Francesco d’Assisi, che con gli alberi e i loro uccelli, parlava e pregava.
Infine, torta e cioccolata per tutti…

Da troppo tempo, a Verona, gli alberi sono sotto attacco: capitozza ture, tagli, eliminazioni.
Gli ippocastani di Corso Porta Palio, il pioppo di Castelvecchio, il platano di via Mameli, le robinie delle Regaste, facevano parte integrante della città, abitavano la città con noi. Gli alberi sono esseri viventi, inermi, e non possono reagire alla violenza che ricevono. Subiscono in silenzio.

Il Comune dice di tagliare gli alberi malati o pericolosi per la pubblica “sicurezza”. Noi pensiamo che gli alberi malati o vecchi devono essere curati (proprio come avviene con gli anziani), e che troppe volte dietro la parola “sicurezza” si nascondono interessi non confessabili.

Per un giorno almeno, vogliamo stare dalla parte degli alberi, senza tanti calcoli, senza tanti ragionamenti. Per un senso di rispetto, di ringraziamento, di ammirazione, di contemplazione. Perché gli alberi sono belli. E basta.

Amici della Terra
Movimento Nonviolento
Comitato “Salviamo Piazza Corrubbio”

Annunci