Tag

,

La solidarietà con le vittime della violenza è sempre giusta.
Vale per tutti. Naturalmente anche per il Presidente del Consiglio.
Tuttavia non posso fare a meno di registrare qualche “stonatura” nella manifestazione organizzata dal PdL domenica mattina in Piazza Bra.
Leggo che l’On. Brancher e l’Assessore Polato si sono dati molto da fare per questa “festa improvvisata”, che ha dovuto convivere con altre iniziative già previste da tempo nella Piazza. Dalle foto e dalle immagini televisive si nota che il microfono e gli altoparlanti attraverso i quali è stata diffusa la telefonata di Berlusconi, erano sui gradini di Palazzo Barbieri (e l’allacciamento elettrico era interno al Palazzo?). Fatto molto strano, perchè sappiamo bene che esiste una delibera che vieta l’utilizzo della scalinata per le manifestazioni politiche (e fino a prova contraria questa era una manifestazione di partito e non un evento istituzionale del Comune).
Non vorrei che ci fossero due pesi e due misure; infatti molte manifestazioni di movimenti, sindacati, comitati, hanno avuto il divieto di utilizzare la gradinata. Quindi i casi sono due: o vi è stato un esplicito permesso, o si è trattato di una violazione che va sanzionata.
Mi piacerebbe saperlo, per potermi regolare in avvenire.
L’altra stonatura era su alcuni degli striscioni esposti. Uno diceva “Verona ti sostiene”, rivolto evidentemente a Silvio Berlusconi. Mi sembra un’esagerazione: bisognava scrivere, “Una parte di Verona ti sostiene”. L’altro diceva “I giovani veronesi sono con te”; anche in questo caso sarebbe stato più corretto scrivere “Una parte dei giovani veronesi sono con te”. Le generalizzazioni sono sempre scorrette.
Infatti credo di non essere proprio l’unico veronese che non sostiene Berlusconi e conosco almeno una decina di giovani che non sono con lui.

Mao Valpiana

Annunci