Tag

, , ,

Piazza Corrubbio:
oltre alla beffa, il danno!

Il Comune prende dalle tasche di ogni sanzenate 20 euro, e li regala alla Ditta che costruisce il parcheggio che noi non vogliamo!

Entro fine aprile in Piazza Corrubbio scatterà l’operazione “trasparenza”: il cantiere di Piazza Corrubbio avrà un recinto in plexigass. Il Sindaco ha fatto sapere di aver trovato un accordo con Rettondini: il Comune metterà 20 mila euro, il resto la Ditta.
Ma come? Perchè l’Amministrazione deve pagare (con i soldi pubblici) un lavoro che spetta alla Ditta? Che tipo di accordo è mai questo?
L’articolo 8, comma 5, del Contratto fra il Comune di Verona e la Ditta Rettondini, per la costruzione del parcheggio interrato “San Zeno”, parla chiaro: “Il Concessionario sul soprassuolo dell’area oggetto della presente convenzione dovrà provvedere, a sua cura e spese, alla realizzazione della sistemazione superficiale”.
Anche per quanto riguarda la sicurezza del cantiere, l’articolo 6, comma 5, parla chiaro: “Il Concessionario è tenuto ad osservare tutte le disposizioni di legge ed i regolamenti che disciplinano la costruzione di impianti pubblici del tipo di quelli oggetto della presente convenzione”.
Insomma, perchè il Comune ha deciso di “regalare” 20 mila euro alla Ditta Rettondini? Non è una cifra da poco. Considerando che i residenti e i commercianti della zona di Piazza Corrubbio siano circa mille persone, si tratta di 20 euro a testa.
Quei venti euro ciascuno, preferiamo destinarli per la preparazione della manifestazione “San Zen, aiutene tì” che organizzeremo il 12 Aprile proprio in Piazza San Zeno.

Comitato Salviamo Piazza Corrubbio

Annunci