Tag

, , ,

PIAZZA CORRUBBIO:
LA CONDANNA A MORTE DEGLI ALBERI E’ STATA ESEGUITA

COINCIDENZE?

Verona si è risvegliata leghista, e le motoseghe sono entrate in azione.
I primi alberi di quella che ormai è l’ex Piazza Corrubbio, sono stati abbattuti.
Senza preavviso, con un imponente spiegamento di forze dell’ordine, gli storici alberi di Piazza Corrubbio sono caduti sotto i colpi del partito pro-parcheggio.
Proprio il giorno dopo le elezioni. Sarà una coincidenza. O sarà stata la disattenzione del votatissimo assessore ai giardini Paolo Tosato, troppo preso a festeggiare la promozione veneziana, che gli alberi li dovrebbe difendere e invece li ha condannati a morte.
Un’azione da vigliacchi. Non hanno avuto il coraggio di agire durante la campagna elettorale, e sono venuti la mattina presto per colpire il più indifeso degli esseri viventi.
Quegli alberi dovevano e potevano essere salvati.
Nella dichiarazione del Ministero per i Beni e le attività culturali, che indica Piazza Corrubbio come “luogo di interesse culturale”, si dice: “Allo stato attuale lo spazio urbano si presenta sottolineato da due vaste aree a giardino corredate da essenze arboree ad alto fusto”. Ora questo non è più vero.
Se l’inizio della nuova era leghista lo si vede dal mattino, siamo proprio mal messi!

Da parte nostra proseguiamo l’impegno per bloccare i lavori del parcheggio.
La prossima iniziativa sarà la manifestazione “SAN ZEN, AIUTENE TI'”, che si terrà Lunedì 12 aprile dalle ore 18 in Piazza San Zeno.

Comitato Salviamo Piazza Corrubbio

mao valpiana
portavoce

Annunci