Tag

,

Sta per arrivare nelle case di tutte le famiglie italiane il libro “Due anni di governo“, che illustrerebbe le “magnifiche sorti” del governo Berlusconi. E’ l’ennesima mascalzonata propagandistica del presidente del Consiglio, fatta con il denaro pubblico.

Come singoli cittadini, però, abbiamo la possibilità di difenderci, scrivendo al Governo che quel libro non lo vogliamo e che i soldi risparmiati vengano devoluti al Fondo necessario per ripristinare le “tariffe postali agevolate” per la piccola editoria, che questo stesso governo ha tagliato mettendo a repentaglio il futuro delle riviste no-profit (come “Azione nonviolenta“) costrette ora a spedire a tariffa intera, con costi insostenibili.

Il messaggio può essere inviato in busta affranca con bollo da euro 0,60 all’indirizzo:

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Palazzo Chigi

Piazza Colonna

00100 ROMA

oppure con email all’indirizzo del sito del Governo

http://www.governo.it/scrivia/scrivi_a_trasparenza.asp

“Con riferimento all’annuncio del Presidente del Consiglio On. Silvio Berlusconi di inviare ad ogni famiglia italiana il libro “Due anni di governo”, mi preme comunicarVi che desidero assolutamente NON riceverlo, essendo un mio diritto in base alla legge per la tutela della privacy n. 675/1996 ed il relativo D.P.R. n. 501/1998, (nella fattispecie articolo 13 comma e), e che la spesa relativa che si risparmierà venga messa a disposizione del Fondo per ripristinare le tariffe postali agevolate per la piccola editoria.

Ringraziando per l’attenzione porgo distinti saluti”

Mao Valpiana

Le cattive notizie di Silvio Berlusconi 

Le buone notizia di Azione nonviolenta
Annunci